L'alcol è coinvolto nell'insorgenza di 7 tipi di tumori

 

Limitare il consumo di bevande alcoliche metterebbe al riparo dal rischio di sviluppare alcuni tumori.

 

Secondo un recente studio di un’Università della Nuova Zelanda, pubblicato dalla rivista “Addiction”, l’abuso di alcolici potrebbe concorrere all’insorgenza di sette forme diverse di neoplasia.

Il rispetto o la riduzione delle soglie alcoliche raccomandate di recente dalle linee guida inglesi, indurrebbero un decremento della probabilità di rischio indotto.

Lo studio neozelandese ha decretato che l’alcol, assunto costantemente e in forti quantità, può essere considerato tra i responsabili di alcune forme di tumore tra le più frequenti e diffuse.

L’azione negativa non si limiterebbe solo alle neoplasie più caratteristicamente legate all’uso di alcol, come orofaringe, laringe, esofago e fegato, ma influenzerebbe anche l’insorgenza di tumori apparentemente senza rapporto diretto con l’assunzione di alcolici, come quelli del colon, del retto e del seno.

I ricercatori affermano che non è possibile stabilire un livello soglia che azzeri il pericolo di ammalarsi, mentre è chiaro che il rischio di malattia aumenta in proporzione al quantitativo di alcol assunto.

Vi è però evidenza che l’astensione completa dall’alcol riduce sensibilmente il rischio di malattia, specie per i tumori della laringe, faringe e fegato.

Un dato importante, per sensibilizzare la popolazione e agire in prevenzione.

  Categoria: News
  Commenti : None
  13 Febbraio 2017

I commenti sono chiusi.