I BENEFICI DEL CAMMINO - sistema vascolare, metabolismo degli zuccheri e dei grassi, il sistema della calcificazione ossea, la psiche possono migliorare con un esercizio costante ed adeguato.

Il maratoneta più vecchio del mondo, Fauja Singh, all’età di 100 anni non ha alcuna intenzione di fermarsi. “Il segreto è essere felici, fare volontariato, stare in salute ed essere positivo” dice l’anziano atleta che in Canada, nel 2003, ha stabilito il record mondiale degli ultra-novantenni, percorrendo i 42 chilometri e 295 metri in 5 ore e 40 minuti.

Il cammino è un esercizio che solo all’apparenza può essere giudicato banale; infatti lo stimolo del piede che colpisce il terreno si ripercuote su ossa e tendini determinandone sviluppo e tonicità.

Proviamo a pensare cosa succede ai muscoli di una gamba che per qualche motivo non si può muovere: i muscoli scompaiono velocissimamente e l’arto diventa piccolo.

…ma l’apparato locomotore non è il solo a giovarsi del beneficio del cammino; il sistema vascolare, il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, il sistema della calcificazione ossea, la psiche possono migliorare con un esercizio costante ed adeguato.

Si sono resi conto di questo i neurofisiologi dei centri spaziali; gli astronauti che non avendo la gravità stanno per lungo tempo senza appoggiare i piedi sul terreno, vedono decadere soprattutto il tono e il trofismo muscolare.

Per accelerare il recupero di astronauti ed atleti, ma anche post operati o persone comuni che hanno poco tempo da dedicare alla camminata, c’è la possibilità di esercitarsi con la PEDANA DI BOSCO, una pedana vibrante (WBV) che riproduce gli stimoli determinati dall’appoggio del piede sul terreno in modo più importante e incisivo.

  Categoria: News
  Commenti : None
  30 Aprile 2014

I commenti sono chiusi.