mare

L’acqua è l’elemento ancestrale che ci accompagna fin dalla nostra presenza nell’utero materno e, in quel periodo, costituisce un insuperabile mediatore di sensazioni ed emozioni.
Ecco perché il contatto con il mare, o anche solo la sua vista, induce immediatamente uno stato di rilassamento e di benessere.

La connessione biologica con l’acqua è evidente anche dalla composizione del nostro organismo: il 75% del corpo di un giovane adulto è composto da acqua (la percentuale scende al 60% nell’anziano); il cervello è per ¾ formato da questo prezioso liquido e, persino le ossa, ne contengono il 31%.

Recenti studi scientifici hanno dimostrato come, in presenza del mare, vi sia un’attivazione della zona prefrontale dell’encefalo (testimoniata da un aumento delle onde alfa) con conseguente miglioramento della creatività e della produzione di idee chiare e originali.

Il falso mito dello iodio

Ma il mare non presenta benefici solo per la mente! Lo iodio così salutare, di cui parlavano le nostre nonne, non viene assunto in quantità significative attraverso l’aria (come si pensava un tempo), ma al mare ne possiamo introdurre di più con l’alimentazione. Pesce fresco e molluschi ne sono ricchi, ma vale la pena di fare una scorpacciata anche di ortaggi e verdure coltivati in terreni ricchi di iodio (perché vicini alla costa)

Benefico aerosol marino

L’aria salmastra, poi, aiuta a respirare meglio. Sappiamo che una soluzione ipertonica di sale fluidifica i secreti per effetto osmotico, almeno nel breve termine (rev. Cochrane), ma il vantaggio per chi soffre di malattie respiratorie, è dato soprattutto dal clima temperato di tipo mediterraneo, molto stabile e quindi prezioso per chi è sensibile agli sbalzi termici.

Effetto boost per il metabolismo

In spiaggia si è anche fisicamente più attivi.
Camminare sulla sabbia determina un maggiore dispendio energetico rispetto ad una normale passeggiata e anche il nuoto permette di bruciare molte calorie.
Sulla sabbia e in acqua si fanno anche molte attività sportive (racchettoni, beach volley, palla nuoto, etc): approfittiamone per perdere peso e tonificarci, divertendoci!

Vitamina D, amica del sole

Esporsi al sole permette di produrre tanta Vitamina D.
Si tratta di una vitamina essenziale per la salute delle ossa, perché regola l’assorbimento di Calcio e Fosforo contenuti negli alimenti. Ricordate, però, che i filtri solari rappresentano un potenziale ostacolo. Ecco perché è importante camminare al mare, nelle ore più fresche, per 10-15 minuti, 3 volte a settimana. Così facendo, si fa il pieno di vitamina D che verrà depositata nel tessuto adiposo, per essere utilizzata al bisogno.

Acqua di mare, una terapia gratuita per pelle e capelli

Immergersi nell’acqua di mare ha un effetto drenante, tonificante e decontratturante e i benefici per pelle e capelli sono innumerevoli. Migliorano acne, seborrea e diversi tipi di psoriasi.
Sfatiamo un altro mito: non è vero che l’acqua di mare rovina i capelli! Bisogna proteggerli dal sole, come si fa con la pelle, utilizzando un buon filtro solare, ma i sali minerali presenti nell’acqua, sono importanti per la salute dei capelli. Certo, non bisogna esagerare con gli shampoo (usatene uno molto delicato e diluitelo) e ricordatevi di sciacquare sempre i capelli a fine giornata.

  Categoria: News
  Commenti : None
  4 Agosto 2020

I commenti sono chiusi.