A COSA SERVE LA COLPOSCOPIA E PERCHE’ VIENE RICHIESTA? Risponde il Dott. Alessandro Lauri – Specialista in Ostetricia e Ginecologia

 

 

La Colposcopia è un esame strumentale che serve a valutare l’apparato genitale e in particolare il Collo dell’Utero. E’ un esame banale dal punto di vista dell’esecuzione che utilizza uno strumento, il Colposcopio che è praticamente un ingranditore, un cannocchiale che va a vedere l’immagine a livello del Collo dell’Utero.

Perchè si fa la Colposcopia?

La Colposcopia è un esame di approfondimento in una paziente che ha evidenziato la presenza di un Pap-Test positivo. Il Pap-Test è quell’esame che serve per la diagnosi precoce del tumore del Collo dell’Utero. Quindi, le donne che presentano un Pap-Test positivo devono eseguire questo approfondimento per valutare la vera presenza della lesione e l’ampiezza della stessa. In pratica, la Colposcopia si esegue con la donna in posizione ginecologica e si valuta, prima, la presenza e la precisione dei genitali esterni dopodiché si valuta internamente la morfologia del Collo dell’Utero. Per fare questo si utilizzano 1 o 2 coloranti specifici che evidenziano la presenza della lesione e del Papilloma Virus, che ne è la causa.

Nel caso si evidenziassero queste lesioni che hanno delle caratteristiche particolari e che hanno tutta una serie di descrizioni, su questa lesione evidente il Medico spesso decide di fare un piccolo prelievo, che è la Biopsia, che serve a fornire una diagnosi più precisa e adeguata sul tipo di lesione e, conseguentemente, sull’eventuale e necessaria terapia successiva. L’esame colposcopico è un esame poco fastidioso e poco invasivo e dura solitamente dai 5 ai 10 minuti.

Dopo l’esame non è più necessario avere alcuna precauzione e la paziente può tornare alla normale attività che svolge.

  Categoria: News
  Commenti : None
  7 dicembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *