Retinopatia diabetica

ovvero, come il diabete può danneggiare la vista

Il Diabete mellito è una malattia metabolica, la cui caratteristica essenziale è l’aumento cronico della glicemia.

È uno dei problemi sanitari più importanti nei Paesi economicamente evoluti e la prevalenza del diabete del tipo 2° è in continuo aumento, a causa dell’allungamento della vita, l’aumento dell’obesità e della sedentarietà.

La malattia è spesso asintomatica per anni e non di rado la diagnosi avviene per l’insorgenza di complicanze. Queste sono dovute spesso al coinvolgimento dei vasi sanguigni, grossi (macrocircolo) e piccoli (microcircolo).

Un esempio di complicanza severa e progressiva, a livello del microcircolo, è la retinopatia diabetica.

Nei Paesi Occidentali la retinopatia diabetica è la causa più frequente e più grave di deficit visivo nella popolazione in età lavorativa, tra i 20 e i 65 anni.

La retinopatia normalmente viene riscontrata dopo alcuni anni dall’insorgenza del diabete. Se però il controllo del diabete non è ottimale, le lesioni a carico della retina compaiono prima.

La retina è una membrana sottile che riveste la parte interna dell’occhio ed è formata da cellule che sono indispensabili per la visione.

Nella retinopatia diabetica i capillari della retina si chiudono progressivamente provocando così un grave danno alle cellule. L’ipertensione arteriosa e la dislipidemia, che spesso accompagnano il quadro, sono fattori di accelerazione e di aggravamento della sofferenza retinica.

Le lesioni iniziali della retinopatia non danno sintomi, per cui il paziente diabetico, pur avendo già un danno alla retina, è convinto di non avere problemi.

Solo quando le alterazioni coinvolgono la macula (parte centrale della retina), si iniziano a notare dei cambiamenti.

Retinopatia Diabetica: come diagnosticarla per tempo

Non essendo presenti disturbi visivi nelle fasi iniziali della retinopatia diabetica, solo l’esame del fondo dell’occhio praticato dall’Oculista può evidenziare piccole emorragie o essudati retinici. L’esame è necessario una volta all’anno.

In HTC è possibile eseguire la RETINOGRAFIA CON LO STRUMENTO COBRA CSO che permette di ottenere un’immagine digitale della retina e dei suoi vasi, senza dilatare la pupilla.

L’esame permette un rapido screening delle condizioni della retina senza disagio per il paziente. La visione chiara e dettagliata del fondo oculare con questo strumento permette all’oculista di valutare la necessità di ricorrere all’esame con dilatazione o alla fluoroangiografia.


Vuoi saperne di più?

Prenota uno SPORTELLO GRATUITO presso HTC Centro Medico di Stradella (PV). Uno dei nostri esperti sarà a disposizione per rispondere alle tue domande, perplessità, curiosità e per accompagnarti nel percorso che deciderai di intraprendere.

Contattaci per maggiori informazioni


  Categoria: News
  Commenti : None
  12 Giugno 2019

I commenti sono chiusi.