MEDICINE NON CONVENZIONALI - Generalità e regolamentazione

Generalità e regolamentazione di medicine e pratiche non convenzionali: discipline bio-naturali e medicine alternative come agopuntura, fitoterapia, medicina omeopatica, omotossicologia, medicina tradizionale cinese.

Si sente sempre più spesso parlare di Medicina alternativa, Altra Medicina, Pratiche paramediche;
è opportuno chiarire un po’ le idee e per farlo è sicuramente opportuno riferirsi alla proposta di legge per arrivare alla quale esperti del settore hanno effettuato ricerche e valutazioni a livello nazionale ed europeo.
Il “NUOVO TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME NUOVO TESTO BASE”, del 27 Gennaio 2005, nel Capo I parla di “REGOLAMENTAZIONE DELLE MEDICINE E DELLE PRATICHE NON CONVENZIONALI” e si esprime così:

Art. 1. 

(Finalità e oggetto della legge).

  1. La Repubblica riconosce il diritto di avvalersi delle medicine e delle pratiche non convenzionali esercitate dai laureati in medicina e chirurgia, …
  2. La Repubblica nel rispetto dell’articolo 32 della Costituzione, riconosce la libertà di scelta terapeutica dell’individuo e la libertà di cura da parte del medico e di tutti gli operatori di cui alla presente legge, all’interno di un libero rapporto, consensuale e informato, con il paziente e tutela l’esercizio delle medicine e delle pratiche non convenzionali.
  3. La Repubblica nell’interesse della salvaguardia del diritto alla salute delle persone, garantisce e favorisce un’adeguata qualificazione professionale degli operatori delle medicine e delle pratiche non convenzionali, …;

nel Capo II parla di “ESPERTI NELLE MEDICINE NON CONVENZIONALI ESERCITATE DAI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA, IN ODONTOIATRIA E IN MEDICINA VETERINARIA

Art. 6.

(Istituzione della qualifica di esperto nelle medicine non convenzionali esercitate dai laureati in medicina e chirurgia, in odontoiatria e in medicina veterinaria).

  1. Fermo restando che,…le medicine non convenzionali di cui al presente articolo, sono atti medici, è istituita la qualifica di esperto nelle medicine non convenzionali, esercitate esclusivamente dai laureati in medicina e chirurgia, in odontoiatria e in medicina veterinaria nell’ambito delle rispettive sfere di competenza, …
  2. Le qualifiche di esperto comprendono i seguenti indirizzi:
    a) agopuntura;
    b) fitoterapia;
    c) medicina omeopatica;
    d) omotossicologia;
    e) medicina antroposofica;
    f) farmacoterapia tradizionale cinese;
    g) ayurveda;
    h) medicina tradizionale tibetana;
    i) medicina manuale (osteopatia, chiroterapia).

nel Capo IV parla di “OPERATORI PROFESSIONALI DELLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

Art. 21.

(Definizione e individuazione delle discipline bionaturali).

  1. Sono definite discipline bio-naturali le pratiche che stimolano le risorse naturali dell’individuo e sono mirate al benessere, alla difesa e al ripristino delle migliori condizioni della persona, alla rimozione degli stati di disagio psicofisico e quindi volte a generare una migliore qualità della vita.Le discipline bio-naturali hanno inoltre le finalità di favorire la piena e consapevole assunzione di responsabilità di ciascun individuo in relazione al proprio stile di vita e di stimolare le risorse vitali della persona, intesa come entità globale e indivisibile.

    Fermo restando tali caratteristiche di base comuni, ogni disciplina utilizza approcci, tecniche, strumenti e dinamiche originali e coerenti con il modello culturale specifico da cui prende origine.

     

  2. Le discipline bio-naturali sono articolate nei seguenti indirizzi:

a) naturopatia;
b) shiatzu;
c) riflessologia;
d) massaggio cinese tui na-qigong;
e) massaggio ayurvedico;
f) pranopratica;
g) reiki.

 

Art. 22.

(Profili e competenze professionali degli operatori delle discipline bio-naturali).

  1. È individuato il profilo professionale dell’operatore delle discipline bio-naturali per ciascuno degli indirizzi di cui al comma 2 dell’articolo 21.
  2. Il profilo professionale degli operatori di ciascuno degli indirizzi delle discipline bio-naturali è il seguente: …
    c) l’operatore professionale di riflessologia, opera per il benessere della persona attraverso la stimolazione dei punti riflessi del corpo. La stimolazione avviene con tecniche, anche di massaggio orientale, prevalentemente attraverso pressioni, frizioni, movimenti articolari con le dita della mano e del pollice in particolare, dei gomiti, con una specifica tecnica pressoria ritmica; 
  3. Gli operatori professionali delle discipline bio-naturali svolgono, con titolarità e autonomia professionale nell’ambito delle proprie competenze, le attività dirette alla prevenzione primaria e alla salvaguardia della salute individuale e collettiva; non effettuano diagnosi, né alcuna attività di tipo sanitario, non utilizzano farmaci, e la loro attività professionale si esplica nella promozione del benessere, educando a stili di vita salubri, ad abitudini alimentari sane e a maggiore consapevolezza di comportamenti rispettosi dell’ambiente.

Ricordiamo che presso  HTC 

1. alcuni medici effettuano trattamenti di Medicina non Convenzionale:

  • Agopuntura
  • Medicina omeopatica

2. Infermieri Professionali o Laureati in scienze motorie effettuano trattamenti bionaturali:

  • Riflessoterapia (massaggio plantare)
  • Massaggio tradizionale rilassante
  • Massaggio linfodrenante

  Categoria: News
  Commenti : None
  22 Aprile 2013

I commenti sono chiusi.