videodermatoscopia

Il melanoma è una forma di tumore maligno che origina dai melanociti (cellule che producono il pigmento chiamato melanina) presenti nella cute, nelle mucose, nei nevi (o nei) o -molto più raramente- in zone diverse dalla pelle (come l’occhio, ad esempio).

Rarissimo prima della pubertà, colpisce soprattutto persone di età compresa tra i 30 e i 60 anni.

Fino a non molti anni fa era considerato una forma rara di tumore, oggi mostra invece un aumento di incidenza significativo in tutto il mondo e, molti studi, suggeriscono che la sua frequenza sia raddoppiata negli ultimi 10 anni.

A livello delle diverse sedi anatomiche, il maggior aumento di incidenza si è registrato per i melanomi del tronco (in entrambi i sessi) e per quelli delle gambe (nel sesso femminile).


L’importanza delle campagne di educazione sanitaria per incentivare la Mappatura dei nei

Negli ultimi 20 anni è aumentato notevolmente il numero di melanomi asportati in fase precoce, con conseguente diminuzione della mortalità per questa malattia. Il melanoma cutaneo, infatti, ha una prognosi che dipende moltissimo dallo spessore che esso ha raggiunto nella pelle al momento della sua diagnosi ed asportazione.

Quindi, grazie alle campagne di educazione sanitaria per incentivare la Mappatura dei nei e l’aumento di sensibilità nei confronti del “neo che si modifica”, la quota di melanomi scoperti quando la prognosi è ancora favorevole, è arrivata al 60-70%.

Nel 1970 solo il 50% dei malati di melanoma sopravviveva oltre i 5 anni di malattia, oggi siamo arrivati all’87%.


Quando chiedere la consulenza di un Dermatologo?

Di fronte ad una macchia o neo sospetti, è fondamentale recarsi subito dal Dermatologo.

Questo specialista vi sottoporrà ad un esame, chiamato microscopia in epluminescenza o dermatoscopia (videodermatoscopia, nei centri più attrezzati), semplice e indolore che, con l’impiego di una telecamera, permette di valutare in maniera approfondita le caratteristiche della lesione e la distribuzione di melanina al suo interno.

Se il sospetto fosse confermato, il Dermatologo eseguirà un prelievo di tessuto da sottoporre ad esame istologico.

In caso di pelle molto chiara, numero elevato di nei, familarità per tumori della pelle, sottoporsi una volta all’anno alla visita dermatologica con Mappatura dei nei, rimane la scelta più appropriata.

Ciò non esime dal controllo accurato della pelle da parte di ognuno di noi, per coglierne alterazioni e modificazioni da sottoporre all’occhio esperto dello specialista in Dermatologia.


Vuoi saperne di più?

Prenota uno SPORTELLO GRATUITO presso HTC Centro Medico di Stradella (PV). Uno dei nostri esperti sarà a disposizione per rispondere alle tue domande, perplessità, curiosità e per accompagnarti nel percorso che deciderai di intraprendere.

Contattaci per maggiori informazioni


  Categoria: News
  Commenti : None
  2 Febbraio 2020

I commenti sono chiusi.