Dispepsia

Quando parliamo di dispepsia ci riferiamo ad una serie di sintomi che vengono in genere attribuiti ad un difetto di digestione causato da un alterato funzionamento dello stomaco.

I sintomi più frequenti sono: sensazione di gonfiore, senso precoce di sazietà, nausea (a volte vomito) e difficoltà digestive.

Di dispepsia soffre il 40% della popolazione adulta.

Nel caso siano presenti questi disturbi, meglio rivolgersi al proprio medico curante o al gastroenterologo. Sarà suo compito prestare attenzione all’eventuale presenza di sintomi di allarme che possono far pensare ad una neoplasia e che impongono il ricorso alla gastroscopia.

Lo specialista serve anche per effettuare la diagnosi differenziale tra la dispepsia e altre patologie, come: malattie cardiache, epato-biliari, pancreatiche, intestinali.

E’ necessario anche eseguire il test per la ricerca dell’Helicobacter Pylori (urea breath test) che va eradicato con la terapia antibiotica, se presente.

Una volta escluse queste patologie, si procede con la somministrazione di PPI (inibitori di pompa protonica) per 4 settimane.

Si consigliano anche: cambiamento degli stili di vita (astensione da fumo e alcol; controllo del peso; etc), dieta adeguata, controllo dello stress (in questo caso, un grosso aiuto è fornito dall’ipnosi)

Sospesa la terapia, in caso di recidiva, si prosegue con la gastroscopia per sospetta GERD (malattia da reflusso gastro-esofageo).


Vuoi saperne di più?

Prenota uno SPORTELLO GRATUITO presso HTC Centro Medico di Stradella (PV). Uno dei nostri esperti sarà a disposizione per rispondere alle tue domande, perplessità, curiosità e per accompagnarti nel percorso che deciderai di intraprendere.

Contattaci per maggiori informazioni


  Categoria: News
  Commenti : None
  26 Dicembre 2018

I commenti sono chiusi.