chirurgia ambulatoriale - HTC Centro Medico Diagnostico a Stradella Pavia

Quando parliamo di Piccola Chirurgia Ambulatoriale, ci riferiamo a interventi chirurgici, procedure diagnostiche e/o terapeutiche invasive e semi-invasive, in anestesia locale o loco-regionale, erogabili senza ricovero.


È necessario fare una visita prima dell’intervento?

I candidati devono essere valutati preventivamente dal Chirurgo che effettuerà l’intervento.

Verrà raccolta un’anamnesi approfondita per conoscere le patologie attuali e pregresse, le terapie assunte, eventuali allergie e gli stili di vita.

Si procederà poi all’esame obiettivo, generale e specifico per quell’intervento.

Verranno prescritti anche gli esami ritenuti necessari perché il trattamento chirurgico si svolga in totale sicurezza.


Si deve firmare un consenso all’intervento?

Nel corso della visita, il Medico informerà il paziente in modo chiaro, semplice ed esaustivo sul trattamento sanitario a cui verrà sottoposto ed egli potrà esprimere o negare il proprio consenso.


I costi sono chiari?

Il Medico, nel corso della valutazione preliminare, formulerà un preventivo di spesa, comprensivo di tutte le voci necessarie.

In HTC esiste anche un pacchetto chirurgico, a costo fisso, comprensivo di:

  • visita
  • intervento chirurgico
  • assistenza infermieristica
  • prima medicazione post-intervento

Durante l’intervento è presente l’Anestesista?

La Piccola Chirurgia Ambulatoriale non prevede la presenza dell’Anestesista durante la procedura.

In HTC un’Anestesista è, comunque, sempre presente in struttura a garanzia della massima sicurezza per il paziente.


Dove si svolgono questi interventi?

La Piccola Chirurgia viene definita Ambulatoriale perché si effettua all’interno di un ambulatorio dedicato.

In HTC è disponibile una Sala di Chirurgia Ambulatoriale, dotata di:

  • lettino operatorio;
  • ossigeno;
  • DAE e farmaci salvavita;
  • cannule orofaringee di varie misure;
  • aspiratore;
  • monitor per la rilevazione continua del tracciato ECG + FC + PA + PO2;
  • ecografo

Finita la procedura, si può tornare a casa?

Nella maggior parte dei casi, terminato l’intervento è possibile fare rientro a casa. Per alcune procedure, può rendersi necessario un periodo di osservazione di 30 minuti – 2 ore, al massimo.

Il Medico potrebbe consigliare una terapia domiciliare, solitamente a base di antidolorifici, antinfiammatori o antibiotici.


Medicazioni e visite di controllo, sono necessarie?

La/e visite di controllo consentono di verificare il processo di guarigione, ma servono anche ad individuare tempestivamente eventuali problemi, quasi sempre rimediabili, se presi per tempo.

Le medicazioni facilitano una corretta guarigione della ferita e ne riducono le possibili complicanze.


Quali sono gli interventi che si possono fare e chi li effettua?

  • Onicectomia (unghia incarnita)
  • Biopsia cutanea
  • Asportazione di lesioni cutanee da volto, tronco e arti
  • Asportazione di lesioni palpebrali (effettuata dal Chirurgo Oculista)
  • Asportazione di verruche, fibromi penduli (con elettrobisturi), Xantomi
  • Rimozione di corpi estranei
  • Incisione e drenaggio di ascessi
  • Asportazione di cisti sebacee e lipomi sottocutanei
  • Asportazioni di cisti tendinee (effettuata dal Chirurgo Ortopedico)
  • Frenulectomia (effettuata dall’Urologo  /Andrologo)
  • Asportazione di marische anali
  • Asportazione o DTC di condilomi

Vuoi saperne di più?

Prenota uno SPORTELLO GRATUITO presso HTC Centro Medico di Stradella (PV). Uno dei nostri esperti sarà a disposizione per rispondere alle tue domande, perplessità, curiosità e per accompagnarti nel percorso che deciderai di intraprendere.

Contattaci per maggiori informazioni


  Categoria: News
  Commenti : None
  13 Gennaio 2021

I commenti sono chiusi.