Piccoli interventi di chirurgia ambulatoriale - HTC Centro Medico Stradella Pavia

Tutte le specialità chirurgiche prevedono piccoli interventi che possono essere eseguiti ambulatorialmente.


Quali sono le caratteristiche dei Piccoli Interventi di Chirurgia Ambulatoriale?

I piccoli interventi di Chirurgia Ambulatoriale , pur essendo dei veri e propri Interventi Chirurgici, non richiedono ricovero, vengono effettuati in anestesia locale o analgesia e prevedono il ritorno a a casa al termine della procedura o dopo un breve periodo di osservazione.


Quali requisiti deve possedere l’Ambulatorio?

Prima di tutto gli Interventi di Chirurgia Ambulatoriale devono essere effettuati in una struttura idonea e abilitata alla loro esecuzione.

L’Ambulatorio deve essere sanificato secondo i protocolli vigenti e possedere la dotazione strumentale necessaria a sostenere la procedura chirurgica in totale sicurezza (Monitor, Defibrillatore, Aspiratore, Saturimetro, Kit di emergenza, Ossigeno, Farmaci salvavita). Deve essere presente un’area per il lavaggio, la disinfezione, la sterilizzazione e il confezionamento degli strumenti e dei presidi ( se si tratta di una procedura diagnostica o terapeutica invasiva) utilizzati durante l’intervento.


In ambulatorio è prevista solo la presenza del Chirurgo?

La maggior parte dei piccoli interventi può essere eseguita dal solo Chirurgo, ma deve esserci la possibilità della presenza di un Infermiere che lo assista durante alcune o tutte le fasi dell’intervento.


E l’Anestesista?

Le linee guida della Chirurgia Ambulatoriale non prevedono la presenza di un’Anestesista, ma sarebbe meglio che questo specialista fosse presente in struttura per intervenire in caso di reazioni anomale da parte del paziente.


Sono necessarie visite o esami preliminari?

Ovviamente è necessaria la Visita Chirurgica preliminare, per valutare l’indicazione all’intervento in modalità ambulatoriale.

Gli esami preliminari non sono previsti dalle linee guida, ma, se non ne esistono di recenti, per la sicurezza del paziente, sarebbe meglio visionare almeno un ECG e i parametri ematologici di base.


Viene sottoposto al paziente un consenso informato?

Il consenso informato è necessario e importante, perché il paziente deve essere a conoscenza della procedura a cui verrà sottoposto e deve averne compreso i potenziali rischi (anche se minimi in chirurgia ambulatoriale).

Come ultimo requisito, la struttura deve avere la possibilità di eseguire l’esame istologico o citologico quando la procedura lo richiede o di essere collegata ad altra struttura che li effettui.


In HTC Puoi prenotare

In HTC, puoi prenotare, telefonando allo 0385 246861

  • Pacchetto di Chirurgia Ambulatoriale, comprendente: Visita Chirurgica preliminare + Intervento di Chirurgia Ambulatoriale + Visita di Controllo con Medicazione e/o rimozione punti di sutura
  • Interventi di Dermochirurgia con asportazione di lesioni cutanee sospette + Esame Istologico
  • Asportazione di Cisti sebacee, Lipomi sottocutanei
  • Incisione e drenaggio di Ascessi
  • Rimozione di corpi estranei
  • Unghia incarnita
  • Interventi sulle palpebre e in zona perioculare (Chirurgo oftalmologo)
  • Colposcopia Diagnostica e Operativa
  • Agoaspirato Tiroideo
  • Cistoscopia Diagnostica (Urologo) con cistoscopio flessibile monouso
  • Infiltrazioni endoarticolari

Durante l’Intervento o la procedura diagnostica è prevista (se richiesta) la partecipazione dell’Infermiera e in struttura è presente l’Anestesista.

  Categoria: News
  Commenti : None
  21 Dicembre 2022

I commenti sono chiusi.