SIMG (Società italiana di medicina generale): uno studio sulle abitudini idriche degli italiani

Gli Italiani non introducono liquidi in quantità sufficiente durante la giornata.

La SIMG (Società italiana di medicina generale) ha rivolto un appello agli Italiani a proposito delle abitudini idriche; pare che uno studio effettuato su duemila persone abbia dimostrato che gli Italiani non introducono liquidi in quantità sufficiente durante la giornata.

Pare che il problema coinvolga soprattutto i più piccoli: due bimbi italiani su tre, infatti, non bevono a sufficienza prima di sedersi sui banchi di scuola, con il conseguente rallentamento delle prestazioni cognitive.

Quindi bisogna aumentare l’introduzione di liquidi e l’appello è ancora più forte se si considera che l’abitudine allo svolgimento di un’attività fisica sta giustamente prendendo piede in modo importante, dopo le campagne di promozione.

Questo rende ancor più importante un adeguato apporto di liquidi che sicuramente è superiore rispetto al bisogno in situazioni di sedentarietà.

  Categoria: News
  Commenti : None
  26 Marzo 2014

I commenti sono chiusi.