Check-up cardio-vascolare - HTC Centro Medico Stradella

Ogni anno, nel Mondo, si registrano 17,5 milioni di morti premature per cause di natura vascolare e si stima che aumenteranno a 23 milioni nel 2030.

Venendo al nostro Paese, le malattie del sistema circolatorio rappresentano la principale causa di morte, costituendo circa il 44% di tutti i decessi.

Di fatto, in Italia, muoiono ogni anno 127.000 donne e 98.000 uomini a causa di malattie cardio-cerebro-vascolari.


OMS e riduzione del rischio cardiovascolare

L’OMS vorrebbe ridurre il rischio cardiovascolare del 25% entro il 2025.

Pur essendo i numeri ancora molto alti, il tasso di mortalità negli ultimi anni ha registrato una diminuzione di oltre il 35%.

Riusciamo a curare meglio gli eventi acuti, come l’infarto e le valvulopatie, ma aumentano come conseguenza le insufficienze cardiache.

Chi sopravvive ad un problema vascolare acuto, diventa perciò un malato cronico.

Lo dimostra il fatto che il 23,5% della spesa farmaceutica italiana è destinata a farmaci per il sistema cardiovascolare.


Adottare misure preventive e/o terapeutiche efficaci

Le malattie vascolari iniziali sono molto diffuse e spesso misconosciute. Per ridurne le complicanze è utile conoscere lo stato di salute del proprio sistema vascolare e, in caso di riscontri alterati, adottare misure preventive e/o terapeutiche efficaci.

Sulla funzionalità del sistema circolatorio venoso e arterioso si possono ottenere importanti informazioni, senza dover ricorrere a metodiche invasive.

La visita angiologica (effettuata dal Chirurgo Vascolare), associata all’eco-colordoppler dei principali distretti arteriosi e venosi può fornire informazioni fondamentali, in grado di prevenire la maggior parte degli eventi acuti su base vascolare (rottura o dissecazione di aneurismi aortici; eventi trombo-embolici; ictus cerebrale; etc)

Allo stesso modo, la visita cardiologica (effettuata dallo specialista Cardiologo), con ECG ed ecocardiografia, può individuare importanti fattori di rischio cardio-vascolare e prevenire eventi acuti.


Check-up cardio-vascolare

Un buon check-up cardio-vascolare, quindi, non dovrebbe prescindere da un’indagine cardiologica approfondita associata allo studio dei principali distretti vascolari, venosi e arteriosi.

Oltre al check-up, è fondamentale agire sui fattori modificabili che aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari:

  • HDL-Colesterolemia;
  • Colesterolemia totale (da tenere sempre al di sotto dei 240 mg/dl);
  • Pressione arteriosa;
  • Obesità e Sovrappeso;
  • Diabete;
  • Ipertrigliceridemia;
  • Iperglicemia;
  • Inattività fisica;
  • Fumo

Vuoi saperne di più?

Prenota uno SPORTELLO GRATUITO presso HTC Centro Medico di Stradella (PV). Uno dei nostri esperti sarà a disposizione per rispondere alle tue domande, perplessità, curiosità e per accompagnarti nel percorso che deciderai di intraprendere.

Contattaci per maggiori informazioni


  Categoria: News
  Commenti : None
  10 Giugno 2020

I commenti sono chiusi.