Ecografia - un esame fondamentale anche nella prevenzione

Con pochi e semplici controlli è ormai possibile tenere sotto controllo la propria salute e individuare sul nascere patologie che, trascurate, potrebbero creare gravi problemi.

Nella diagnostica per immagini, uno degli esami più precisi e meno invasivi che vengono utilizzati è l’ecografia. Essa è diventata così importante da essere l’esame più prescritto al mondo dopo gli esami di laboratorio.

L’ecografia gode di una fama tanto ampia perché è un esame diagnostico fondamentale per individuare precocemente molte patologie, compresi diversi tipi di tumori.

Su quale tecnologia si basa l’ecografia?

L’ecografia o ecotomografia, è un’indagine diagnostica che utilizza ultrasuoni e si basa sulla proprietà dei tessuti di generare echi riflessi quando vengono attraversati da queste onde.

Si tratta di una tecnica di primo livello che, però, risulta spesso sufficiente per porre una diagnosi.

L’introduzione della scala di grigi (diverse tonalità di grigio per rappresentare echi di differente ampiezza) ha notevolmente migliorato l’immagine ecografica. In questo modo tutte le strutture del corpo umano vengono rappresentate da una scala di grigi che procede dal nero al bianco. A un estremo (bianco) abbiamo le strutture iperecogene e all’altro (nero) avremo le strutture anecogene.

L’ecografo effettua un esame real-time. Ciò significa che l’immagine viene continuamente ricostruita, fornendo una rappresentazione in tempo reale. Gli ecografi più recnti sono dotati anche di color-doppler, indispensabile per lo studio dei vasi sanguigni e dei loro flussi.

Nonostante sia spesso dirimente, a volte l’ecografia richiede di essere completata da tecniche più complesse, come la TC, l’RM o l’angiografia.

Perché l’ecografia viene considerata fondamentale per la prevenzione?

Molto spesso l’ecografia rappresenta il primo approccio diagnostico in caso si sospetti una patologia.

Altre volte questo esame permette di arrivare alla diagnosi di una malattia, ancor prima che essa si sia manifestata attraverso i sintomi.

L’ecografia addominale, ad esempio, permette di valutare gli organi contenuti nell’addome e nella pelvi, cogliendo variazioni della loro morfologia, alterazioni focali (cisti, neoplasie) o funzionali (ad esempio, litiasi biliare o renale).

L’ecografia del collo consente di esaminare linfonodi e ghiandole (tiroide, ghiandole salivari) evidenziando infezioni, malfunzionamenti, neoplasie.

L’ecocardiografia è fondamentale nella prevenzione delle patologie cardiologiche e vascolari (alterazioni delle valvole, trombosi, aneurismi, etc).

Potremmo continuare quasi all’infinito, perché non esiste organo o apparato che non possano essere indagati (almeno in parte) utilmente dall’ecografia (semplice, con m.d.c. o come mezzo per effettuare agoaspirati e biopsie)

Quali vantaggi e quali limiti ha un esame ecografico?

I vantaggi sono molteplici: minore richiesta di esami impropri, accelerazione del percorso diagnostico, basso costo, rapidità di esecuzione, innocuità (si fa anche alle donne gravide), ripetibilità, possibilità di studiare fenomeni dinamici.

I limiti sono: bravura ed esperienza dell’operatore, interpretazione dell’esame in tempo reale, problemi legati a caratteristiche del paziente (aria, grasso, ossa), buon livello dei macchinari (non dappertutto è così).

A chi bisogna rivolgersi per effettuare un’ecografia di qualità?

Anzitutto bisogna scegliere un ecografista qualificato, che sia aggiornato ed esegua qualche migliaio di ecografie all’anno.

I Radiologi fanno generalmente tutte le ecografie. Gli Specialisti, in genere, effettuano quelle di competenza della loro specializzazione ( es: Ginecologo, Urologo, Cardiologo, etc)

Il secondo passo, è accertarsi che, nel posto dove si è deciso di prenotare, vi siano apparecchiature adeguate. Uno studio singolo potrebbe non avere le risorse per acquistare strumentazione di livello elevato. Gli studi più grandi hanno più ecografi e, alcuni, sono normalmente dedicati all’esecuzione di ecografie particolari (es: ecografie ostetriche 3D o 4D).

La Diagnostica Ecografica di HTC, comprende:

  • 4 ecografi di ultima generazione (a marchio Esaote e GE), tutti dotati di funzione color-doppler
  • 1 Ecografo con funzionalità 3D e 4D, dedicato alle Ecografie ostetriche
  • Ecografie di tutti i distretti, con refertazione immediata
  • Ecografie cliniche a completamento delle visite specialistiche (Cardiologica, Vascolare, Reumatologica, Urologica, Ginecologica, etc), con un costo inferiore rispetto alle 2 prestazioni (visita specialistica ed ecografia) separate
  • Ecografie low-cost: stessi Medici, stessi Ecografi, ma un tempo d’attesa tra gli 11 e i 16 giorni, ad un prezzo molto conveniente.

Vuoi saperne di più?

Prenota uno SPORTELLO GRATUITO presso HTC Centro Medico di Stradella (PV). Uno dei nostri esperti sarà a disposizione per rispondere alle tue domande, perplessità, curiosità e per accompagnarti nel percorso che deciderai di intraprendere.

Contattaci per maggiori informazioni


  Categoria: News
  Commenti : None
  9 Settembre 2020

I commenti sono chiusi.